Molecola CBD Marijuana Light

Il CBD e gli effetti benefici marijuana light

Il CBD e gli effetti benefici marijuana light

in questo articolo analizzeremo “Il CBD e gli effetti benefici marijuana light” e gli 8 Vantaggi comprovati della CBD

Tra parentesi trovi i link alle fonti, (in inglese), inoltre nel nostro shop potrai trovare diverse varietà di cannabis light con differenti contenuti di CBD, ma attenzione, la legge italiana non ne autorizza il consumo, puoi acquistare le nostre inflorescenze solo a scopo collezionistico.

1. Allevia il dolore e l’infiammazione

Tra i comuni benefici del CBD, il sollievo dal dolore naturale è in cima alla lista per molti. L’evidenza suggerisce che i cannabinoidi possono rivelarsi utili nella modulazione del dolore inibendo la trasmissione neuronale nei percorsi del dolore. Uno studio del 2012 pubblicato sul Journal of Experimental Medicine ha rilevato che il CBD ha significativamente soppresso il dolore infiammatorio e neuropatico cronico nei roditori senza causare tolleranza analgesica. I ricercatori suggeriscono che il CBD e gli effetti benefici marijuana light e altri componenti non psicoattivi della marijuana potrebbero rappresentare una nuova classe di agenti terapeutici per il trattamento del dolore cronico.(1)

Secondo una meta-analisi del 2007 condotta in Canada, la combinazione di spray buccale CBD e THC è risultata essere efficace nel trattamento del dolore neuropatico nella sclerosi multipla, che può essere debilitante per il 50-70 per cento dei pazienti con sclerosi multipla. (1a)

2. Ha effetti antipsicotici

La ricerca mostra che i benefici del CBD includono la produzione di effetti antipsicotici. Sembra avere un profilo farmacologico simile a quello dei farmaci antipsicotici atipici visto che utilizza tecniche comportamentali e neurochimiche negli studi sugli animali. Inoltre, gli studi dimostrano che il CBD previene la psicosi sperimentale umana ed è efficace nelle segnalazioni di casi aperti e negli studi clinici in pazienti con schizofrenia, con un notevole profilo di sicurezza. (2)

3. Riduce l’ansia

Gli studi che utilizzano modelli animali di ansia e coinvolgono volontari sani suggeriscono chiaramente un effetto simil-ansiolitico della CBD. Il cannabidiolo ha dimostrato di ridurre l’ansia in pazienti con disturbo d’ansia sociale e i ricercatori suggeriscono che potrebbe anche essere efficace per il disturbo di panico, il disturbo ossessivo-compulsivo, il disturbo d’ansia sociale e il disturbo da stress post-traumatico. (3)

Uno studio del 2011 mirava a confrontare gli effetti di un test di simulazione di parlare in pubblico su pazienti sani di controllo e pazienti nativi del trattamento con disturbo d’ansia sociale. Un totale di 24 pazienti mai trattati con disturbo d’ansia sociale sono stati trattati con CBD o placebo 1,5 ore prima del test. I ricercatori hanno scoperto che il pretrattamento con CBD ha ridotto in modo significativo l’ansia, i disturbi cognitivi e il disagio nelle prestazioni del linguaggio e ha ridotto significativamente la vigilanza in previsione del loro intervento. Il gruppo placebo ha presentato maggiore ansia, deficit cognitivo e disagio. (3a)

4. Aiuta a combattere il cancro

Diverse relazioni scientifiche dimostrano che i benefici del CBD comprendono il possesso di effetti antiproliferativi e pro-apoptotici che inibiscono la migrazione, l’adesione e l’invasione delle cellule tumorali. (4) Uno studio del 2006 pubblicato sul Journal of Pharmacology and Experimental Therapeutics ha scoperto per la prima volta che il CBD inibiva potentemente e selettivamente la crescita di diverse linee di cellule tumorali del seno ed esibiva una potenza significativamente inferiore nelle cellule non tumorali. (4a)

Nel 2011, i ricercatori hanno aggiunto luce sul meccanismo cellulare attraverso il quale il CBD induce la morte cellulare nelle cellule di cancro al seno. Hanno dimostrato che il CBD ha indotto una morte cellulare concentrazione-dipendente sia delle cellule del carcinoma mammario recettore estrogeno-positivo che estrogeno-negativo. Hanno anche scoperto che le concentrazioni efficaci di CBD nelle cellule tumorali hanno scarso effetto sulle cellule mammarie non tumorigeniche. (4b)

La CBD si comporta come un composto non tossico e gli studi dimostrano che dosi di 700 milligrammi al giorno per 6 settimane non hanno mostrato alcuna tossicità evidente negli esseri umani, suggerendo che può essere utilizzato per un trattamento prolungato. Non solo la ricerca dimostra che i benefici del CBD, tra cui l’efficacia nella lotta contro le cellule del cancro al seno, suggerisce anche che possa essere usato per inibire l’invasione del cancro del polmone e del colon, oltre a possedere proprietà anti-tumorali nei gliomi ed è stato utilizzato per trattare la leucemia. (4c)

5. Allevia la nausea

La cannabis è stata usata per secoli per la soppressione della nausea e del vomito. La ricerca ha rivelato che tra più di 80 composti di cannabinoidi trovati nella marijuana, sia il THC intossicante che il CBD non intossicante aiutano a liberarsi dalla nausea e dal vomito negli studi sugli animali. Uno studio del 2012 pubblicato sul British Journal of Pharmacology ha rilevato che i benefici del CBD includevano effetti anti-nausea e antiemetici quando veniva somministrato ai ratti. (5) I ricercatori hanno scoperto che il CBD agisce in modo disfunzionale, il che significa che a basse dosi sopprime il vomito provocato dalla tossina, ma a dosi elevate aumenta la nausea o non ha alcun effetto.

6. Può trattare le convulsioni e altri disturbi neurologici

Una parte interessante del Il CBD e gli effetti benefici marijuana light è proprio questo punto.
Un sondaggio del 2014 condotto da ricercatori della Stanford University è stato presentato ai genitori appartenenti a un gruppo di Facebook dedicato alla condivisione di informazioni sull’uso della cannabis arricchita con cannabidiolo per curare le crisi dei loro figli. Diciannove risposte hanno soddisfatto i criteri di inclusione per lo studio: una diagnosi di epilessia e l’uso corrente di cannabis arricchita con CBD. Il numero medio di farmaci antiepilettici provati prima dell’uso della cannabis CBD era di 12 anni. Sedici (84%) dei 19 genitori hanno riportato una riduzione della frequenza delle crisi dei loro figli mentre assumevano cannabis CBD. Di questi, due (11 percento) hanno dichiarato di avere la libertà di sequestro, otto (42 percento) hanno riportato una riduzione dell’80 percento nella frequenza delle crisi e sei (32 percento) hanno riportato una riduzione del 25-60 percento. Altri effetti benefici includevano una maggiore prontezza, umore migliore e sonno migliorato; mentre gli effetti collaterali includevano sonnolenza e stanchezza. (6)

Più tardi nel 2014, i ricercatori hanno riportato i risultati preliminari di uno studio che coinvolgeva bambini con epilessia resistente al trattamento in un “programma di uso compassionevole” ad accesso esteso. I pazienti hanno ricevuto un estratto CBD purificato al 98% a base di olio chiamato Epidiolex, prodotto da GW Pharmaceuticals. Dopo 3 mesi di trattamento, il 39% dei 23 pazienti ha avuto una riduzione di oltre il 50% dei sequestri, con una riduzione media del 32%. Questi risultati preliminari supportano gli studi sugli animali e le relazioni di indagine che il CBD può essere un trattamento promettente per l’epilessia resistente al trattamento ed è generalmente ben tollerato in dosi fino a 25 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo. (6a)

7. Riduce l’incidenza del diabete

Uno studio del 2006 ha rilevato che il trattamento con CBD riduceva significativamente l’incidenza del diabete nei topi diabetici non obesi da un’incidenza dell’86% nei topi non trattati a un’incidenza del 30% nei topi trattati con CBD. I benefici del CBD hanno anche mostrato una significativa riduzione dei livelli plasmatici di citochine pro-infiammatorie. Un esame istologico delle isole pancreatiche dei topi trattati con CBD ha rivelato un’insulite significativamente ridotta. (7)

Nel 2013, l’American Journal of Medicine ha pubblicato uno studio che ha evidenziato l’impatto dell’uso di marijuana su glucosio, insulina e resistenza all’insulina negli adulti statunitensi. Lo studio ha incluso 4.657 uomini e donne adulti dal National Health and Nutrition Examination Survey dal 2005 al 2010. Dei partecipanti, 579 erano utenti attuali di marijuana e 1.975 erano utenti precedenti. I ricercatori hanno scoperto che l’attuale consumo di marijuana era associato a livelli di insulina a digiuno più bassi del 16%. Hanno anche trovato associazioni significative tra l’uso di marijuana e circonferenze della vita più piccole, un fattore collegato all’insorgenza dei sintomi del diabete. (7a)

8. Promuove la salute cardiovascolare

Uno studio del 2013, pubblicato sul British Journal of Clinical Pharmacology, riporta che il CBD protegge contro il danno vascolare causato da un elevato ambiente glicemico, dall’infiammazione o dall’induzione del diabete di tipo 2 nei modelli animali; Inoltre, il CBD ha dimostrato di ridurre l’iperpermeabilità vascolare (che causa l’intestino che perde) associato a tali ambienti. (8).

Quindi riassumendo Il CBD e gli effetti benefici marijuana light sono di vario genere ed entità, ma a questo punto ci rendiamo conto come fare un titolo del tipo  “Il CBD e gli effetti benefici marijuana lightnon sia qualcosa di campato per aria e che invece che demonizzare una pianta come la canapa che ci regala tutti questi benefici, si facesse una corretta informazione, forse avremmo avuto più tempo e denaro per portare avanti maggiori ricerche sul CBD e gli effetti benefici marijuana light.

Summary
Il CBD e gli effetti benefici marijuana light
Article Name
Il CBD e gli effetti benefici marijuana light
Description
in questo articolo analizzeremo "Il CBD e gli effetti benefici marijuana light" e gli 8 Vantaggi comprovati della CBD
Author
Publisher Name
Light Cannabis
Publisher Logo

Sottoscrivi la newsletter